Come prevenire il cyberbullismo? I migliori consigli!

È innegabile che l'era digitale, tra i benefici che ha portato con sé, integri modalità di comunicazione veloci e sbrigative. Tuttavia, non tutto è meraviglioso ed è per questo Come prevenire il cyberbullismo? è una domanda a cui bisogna rispondere.

Il mondo cibernetico

Il cyberspazio

Come prevenire il cyberbullismo?: Che cos'è il cyberbullismo?

Quando leggiamo il termine "cyber" sappiamo già che è strettamente correlato al cyberspazio. Pertanto, quando il termine viene combinato con un altro, mettiamo automaticamente in relazione quest'ultimo con il cyberspazio e tutte le sue componenti.

In questo caso la combinazione è con la parola bullismo, termine della lingua inglese. Nella prima parte "bullo", viene tradotto come "bullo" o "bullo" e, infine, troviamo le lettere "ing", che rappresentano l'attività svolta da questa persona.

Sebbene la parola non sia riconosciuta dalla Reale Accademia Spagnola, è accettata come definizione di maltrattamento, molestia o comportamento aggressivo continuo e costante di un individuo nei confronti di un altro.

In questi termini si fa riferimento ad un'azione aggressiva, di intimidazione dannosa, di spaventare, in qualsiasi contesto ea persone uguali tra loro.

Tuttavia, quando questa azione riprovevole viene eseguita attraverso dispositivi elettronici, è stata definita "cyberbullismo". Fermo restando che i dispositivi elettronici sono smartphone, computer, tablet, laptop e qualsiasi altro che utilizzi dati supportati su Internet.

Se ancora non capisci il cyberspazio, inserisci il seguente link e scopri di più su Cosa significa virtualità?

Chi sono le vittime preferite?

Senza dubbio, tutte quelle persone che utilizzano dispositivi elettronici in una qualsiasi delle loro presentazioni.

Ma con un rischio maggiore, quelle persone che espongono molto apertamente le loro vite personali e intime alla tecnologia e ai dispositivi elettronici.

Ovviamente ci sono eccezioni a questa regola relative ai dispositivi e ai loro usi. Tuttavia, è logico che sia così, per quanto abbiamo indicato sul modo in cui viene attuato il comportamento riprovevole in questione.

Manifestazioni di Cyber ​​bullismo

Una delle forme più utilizzate è quella di minacciare di pubblicare sui social network e altri spazi Internet, contenuti che potrebbero essere considerati compromettenti per la persona che vi compare.

Molto diffusa è anche la creazione di profili falsi, con foto identificative della vittima di cyberbullismo. Lì vengono pubblicate confessioni su rapporti personali e/o intimi propri o di terzi, distorte per offendere o creare danno morale.

Altri pericoli derivano dalla minaccia di divulgare, attraverso i social network e altri spazi su Internet, dati e situazioni note sulla vittima di cyberbullismo.

Anche l'invio di messaggi minacciosi attraverso i social network (Twitter, Instagram, Facebook) e i mezzi di messaggistica istantanea (e-mail, WhatsApp, SMS), per generare sentimenti di angoscia, paura o pericolo, sono misure di cyberbullismo.

come-prevenire-il-cyberbullismo-2

Social networking

Che cosa si fa contro il Cyberbullismo?

È più che evidente che il cyberbullismo è un fenomeno che causa problemi molto seri in tutto il mondo. Studi di altissima credibilità indicano che sono innumerevoli le vittime di questa forma di violenza ed è per questo che la ricerca di soluzioni è stata incessante.

Come prevenire il Cyberbullismo nel mondo?

Da un lato, il Centro Ricerche UNICEF nel 2011 ha lanciato una proposta per un metodo internazionale per garantire la sicurezza dei minori online. Questa struttura doveva essere sostenuta sulle seguenti basi:

-Un quadro legislativo che definisce quali sono le attività criminali in quell'ambiente informatico.

-Talento umano formato professionalmente per fermare potenziali abusatori e perseguitare coloro che, con i rigorosi test, erano presunti abusatori.

-Progetti di misure per limitare e vietare (in determinati casi) l'accesso a immagini e contenuti di minori online.

Un'altra azione con finalità identiche, realizzata da Microsoft nel 2016, indicherebbe che il 65% della popolazione di giovani e adulti in 14 paesi è stata esposta a un rischio online.

Inoltre, grazie all'allarmante aumento del cyberbullismo, nel 2017 si è tenuto a Londra, un dibattito che ha riunito un gran numero di persone preoccupate per questo tema.

Quali sono le conseguenze del cyberbullismo?

Ci sono innumerevoli studi che indicano che negli ultimi tempi c'è un aumento esponenziale della violenza tra pari. Ciò che preoccupa di questa situazione è che prima, lontano dall'era digitale, c'erano alcuni schemi da seguire per affrontare gli eventi di violenza.

In questi tempi, le molestie, i maltrattamenti, le aggressioni e i danni che si cerca di fare attraverso il cyberbullismo, hanno portato tutti in un territorio sconosciuto. Alle persone che la subiscono, a chi le conosce, a chi dovrebbe prevenirla e anche a chi dovrebbe combatterla.

È innegabile che il danno emotivo causato dal cyberbullismo sia piuttosto significativo. È una sofferenza emotiva quasi silenziosa che richiede molta più attenzione di quanta ne sia stata data, quindi potremmo citare i seguenti sintomi:

Sentimenti di ansia, depressione, stress e paura. Inoltre bassa autostima, sentimenti di rabbia e frustrazione, irritabilità, disturbi del sonno.

Un aspetto importante di questo modo di molestare, molestare, umiliare e maltrattare le vittime, cioè il cyberbullismo, è la parola scritta. Quella che ha più potere della parola parlata perché rompe le barriere del tempo, dello spazio e dei destinatari.

Come affrontarlo?

Finché disponiamo di uno smartphone o di un qualsiasi dispositivo informatico con una connessione Internet, chiunque di noi potrebbe essere vittima di cyberbullismo.

Considerando che siamo nell'era digitale, è impensabile che siamo assolutamente esenti dall'essere vittime di questo fenomeno. Tuttavia, seguire alcuni suggerimenti potrebbe ridurre al minimo queste possibilità.

Magari eliminando, dopo almeno un avvertimento, i contatti che, attraverso i propri account social e la messaggistica istantanea, scrivono o diffondono messaggi con contenuti volgari o inappropriati in termini di rispetto della dignità delle persone.

Inoltre, controllando sempre il contenuto degli account da seguire sui social e sulla messaggistica istantanea. In caso di osservazione di troppi contenuti sgradevoli o irrispettosi delle buone consuetudini, non seguirli.

Stabilire password robuste sui dispositivi mobili, aggiungendo come misura preventiva la crittografia di foto e video intimi, se ne hanno.

Segnalare alle autorità e alle istituzioni competenti fatti che si intendono andare al di là di una sana e rispettosa comunicazione. Non essere mai complice e/o vittima per omissione.

Fornire la minor quantità di dati personali, reali e accurati sui social network. Nel caso della messaggistica istantanea, cerca di essere il più prudente possibile quando fornisci dati e immagini personali.

Infine, cerca aiuto, consigli, guida e anche formazione per gestire al meglio i social network e la messaggistica istantanea.

Come prevenirlo?

In qualche modo, potrebbero esserci innumerevoli modi di come prevenire il cyberbullismo. In effetti, poiché è qualcosa che accade nel cyberspazio infinito, ha senso che anche i modi per prevenirli siano infiniti.

Tuttavia, ci sono alcuni suggerimenti molto precisi che potrebbero aiutare a prevenire un modo così riprovevole di attaccare le persone. Tra i quali possiamo citare:

  • Dato che a bambini e adolescenti viene regalato uno Smartphone fin da piccoli, sarebbe di grande aiuto se prima di darglielo si attivassero delle applicazioni che permettano di bloccare alcune azioni che prevengono il cyberbullismo.
  • L'argomento è molto serio e quindi gli si deve dare l'importanza che ha. La strategia di non parlare dell'argomento per non creare ansia nelle persone non dà ottimi risultati, bisogna parlare dell'argomento.
  • L'istruzione continua a essere un'arma infallibile per la stragrande maggioranza dei problemi che affliggono le società di oggi. Dobbiamo responsabilizzare i più vulnerabili sull'argomento e spiegare loro come prevenire il cyberbullismo.

Riflessioni su come prevenire il cyberbullismo?

Come prevenire e fermare il cyberbullismo è un compito collettivo, sosteniamo e siamo pronti a difendere le vittime di questo fenomeno dannoso.

Ma in più, lavoriamo per sensibilizzare il maggior numero di persone sul problema. Cerchiamo di essere agenti di cambiamento che attraverso l'educazione, facciamo comprendere l'importanza dell'uso responsabile dei media digitali, dei social network e della messaggistica istantanea.

Tutti i paesi del mondo dovrebbero adeguare gli strumenti legali che prevengono il cyberbullismo. Anche la comunità internazionale dovrebbe fare la sua parte, migliorata, poiché tutto indica che con l'evoluzione della tecnologia, lo fa anche il cyberbullismo.

Alcuni studi sull'argomento indicano che è allarmante che pochi professionisti siano specificamente formati e formati in questa materia. Questo deve cambiare, è imperativo che il problema sia affrontato meglio.

Considerando che le TIC sono una materia di studio obbligatoria a qualsiasi livello di istruzione. Non è più facoltativo o facoltativo; dovrebbe essere assicurato che professionisti qualificati siano disponibili per insegnare loro.

Precisamente, per saperne di più su di loro, entra nel seguente link e impara tutto quello che c'è da sapere sull'argomento: A cosa servono le TIC?

Dobbiamo tutti prendere coscienza e fare la nostra parte per ridurre le vittime di questo male digitale. La prevenzione del cyberbullismo deve essere una questione centrale.


Lascia un tuo commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

*

*

  1. Responsabile dei dati: Actualidad Blog
  2. Scopo dei dati: controllo SPAM, gestione commenti.
  3. Legittimazione: il tuo consenso
  4. Comunicazione dei dati: I dati non saranno oggetto di comunicazione a terzi se non per obbligo di legge.
  5. Archiviazione dati: database ospitato da Occentus Networks (UE)
  6. Diritti: in qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni.